SAVE THE DATE: Frequenza 200 Milano

Posted by
/ /

SAVE THE DATE

Frequenza 200 Milano:
26 maggio ore 15.30 – Scuola Media Toscanini:
 3 anni contro l’abbandono scolastico nel quartiere Fatima

Milano, direttrice Ripamonti, lato sud. Se non fosse per la lunghezza della via che la attraversa, la zona non sarebbe certo nota per quella “mal famata” periferica che talvolta finisce col garantire agli abitanti di alcune periferie un fiorire di interventi sociali e culturali sostenuti (seppur parzialmente) da contributi pubblici, che alla lunga sortiscono l’effetto desiderato.
Tra campi di grano e papaveri, cavalli ruminanti dietro ad una rete lungo i binari del tram, qui uno dei più avanzati istituti di oncologia (IEO) e lì un nuovo polo universitario, sorge il quartiere Fatima. Raccolto intorno ad una Chiesa e all’adiacente oratorio, sorti al posto della vecchia cascina agricola. Un quartiere mediamente benestante dalla forma raccolta, che permette una sorveglianza allargata dei bambini e che regala un senso di comunità: ci si conosce tutti, dicono molti genitori incontrati in questi anni. Incontrati dove? E perché?
Tre anni fa la cooperativa sociale Zero5, grazie al sostegno e alla collaborazione di WeWorld, raccoglie la sfida lanciata dal progetto Frequenza200: aprire in quartiere un Centro per contrastare il dilagante fenomeno della dispersione scolastica, in rete con altri Centri sul territorio italiano. Si parte, convinti che il rischio di abbandonare la scuola non sia un problema povero e disperato, ma che oggi la fragilità sia uno stato che può riguardare i soggetti più differenti: famiglie monoparentali, ricongiunte, di lavoratori, figli unici, ultimi e primi fratelli di molti, ragazzi alle prese con la fatica di crescere.
Tre anni di lavoro per intessere una rete di alleanze: con la scuola (in particolare due scuola medie, di via Guarneri e di via Heine), con le famiglie, con chi abita il quartiere e da tempo ne conosce i volti. Condividere obiettivi, imparare a monitorare i percorsi dei ragazzi, offrire spazi di autovalutazione, per apprendere divertendosi, ritrovare interesse nel proprio futuro e presente. Un lavoro appassionante, difficile, talvolta invisibile, che si confronta con il rischio di fallimento.
Ma anche coi successi: circa 150 ragazzi coinvolti, quasi tutti promossi, storie di cambiamenti a volte proprio epocali nelle storie di vita. Al Centro si fanno esperienze protette e di gruppo: si  mettono alla prova la propria autonomia, inventiva, motivazione. Il gruppo insegna a cooperare per un obiettivo comune. Il successo formativo non riguarda più allora solo la scuola: si procede per tentativi ed errori nell’affermazione costruttiva di sé, per scegliere la propria direzione. Da genitori, da figli, da persone.
Il centro inoltre ospita un corso di italiano per donne straniere, gruppi tematici per genitori, un servizio di consulenza pedagogica ed uno di orientamento e ri-orientamento alla scuola superiore.
I tre anni di progetto si stanno concludendo, ma si guarda già oltre.
A partire da un incontro di restituzione alla cittadinanza di quanto è accaduto in questi anni: 26 maggio alle 15.30 in via Dei Guarneri, 21, dentro l’aula Magna della scuola media Toscanini.

Silvia Rusignuolo, Frequenza200 Milano